Voglio riportarti una ricerca curiosa sul rapporto tra lo sguardo e la memoria. Non ti piacerebbe migliorare la tua capacità di ricordo e avere tutte le tue risposte immediate e efficienti? Eccoti allora il metodo studiato da Andrei Parker, ricercatore della Manchester Metropolitan University, Gran Bretagna.

Esso consiste nello svolgere ogni mattina dei semplici esercizi con gli occhi, spostando lo sguardo ripetutamente da destra verso sinistra, e viceversa, per almeno 30 secondi al giorno: questo riesce a migliorare la memoria del 10 per cento in quanto consente ai due emisferi del cervello di interagire più efficacemente. Il movimento oculare bilaterale si potrebbe avere notevoli benefici in quelle situazioni di insicurezza, incertezza o confusione su quello che dobbiamo fare o dire.

Per testare la sua ipotesi, Andrei ha coinvolto 102 studenti universitari ai quali è stato chiesto di ascoltare 20 liste costituite da una serie di 15 parole, successivamente, in un foglio dove erano contenuti diversi vocaboli, dovevano sottolineare quelli che si ricordavano di aver sentito. Al termine dell’esperimento si è riscontrato che i partecipanti che prima del test avevano effettuato l’esercizio con gli occhi, sono riusciti mediamente ad individuare il 10% delle parole in più, inoltre, si è rilevata una capacità superiore del 15 per cento di individuare quei termini presenti nella seconda lista che avevano un suono simile a quelli già ascoltati.

Ed ora, sulla base di questo metodo, un CONSIGLIO PRATICO: per ricordare più facilmente un’informazione che ti sfugge e che avevi precedentemente visto da qualche parte, ruota leggermente gli occhi in alto (si’, si’, tipo Verdone 🙂 ) e attiverai immediatamente le connessioni neurologiche della memoria visiva: per il tuo cervello sarà molto più facile andare a ripescare quell’immagine!

Vuoi conoscere altri esercizi per la tua memoria e il tuo apprendimento? Scoprili leggendo qua sulla pagina del mio corso