Ti senti esausto dalle pressioni e dalle esigenze della vita moderna? To ritrovi intrappolato tra facebook, twitter, continue email? In effetti il tuo cervello è portato ormai ad elaborare troppe informazioni ogni giorno, e non sei il solo.

In questi casi la psicologa Maria Konnikova ha un consiglio tanto semplice quanto efficace: metti la tua mente in stand-by, in appena quattro mosse!

Businessman asleep at his desk on white background

1) Interrompi la pessima abitudine “always connected”

Ricordi quanto erano più dilatati i tempi prima dell’avvento di internet? Il modo in cui raccoglievamo ed elaboravamo le informazioni allora era diverso. Anche pochi anni fa, prima dell’avvento degli smartphone, avevamo più tempo per concedere ai nostri cervelli un momento di riposo durante la giornata.
Oggi, viceversa, viviamo una dipendenza da informazioni costante: si passa da Facebook, a Twitter, alle e-mail, al lavoro.

“Il problema più grande arriva quando cominciamo a fare tutto contemporaneamente, quando cominciamo ad abituarci al multitasking spostando la nostra attenzione da un articolo, ad  un tweet, ed infine a un post di Facebook davvero molto rapidamente”, spiega Konnikova.

Come ovviare a questa stanchezza perenne dovuta alla presenza massiccia e costante nella nostra vita dei social network e del continuo flusso di informazioni che essi portano con sé? La psicologa consiglia di sottoporsi a delle regole che tracciano dei confini all’utilizzo di Internet, per lo meno concentrandosi su un  sito alla volta. Se avete difficoltà a farlo, ci sono in rete delle applicazioni che limitano l’utilizzo di app e siti web per te, costringendoti a concentrarti su una cosa alla volta.

2) Pratica la consapevolezza

La soluzione di Konnikova a questo sovraccarico di informazioni si chiama consapevolezza, ed è descritto nel suo libro Mastermind: Pensare come Sherlock Holmes , in cui si sostiene che il famoso detective ha così successo perché si concentra con consapevolezza sui dettagli… e fa poco e nient’altro!

Meditazione e consapevolezza sono due parole d’ordine che ci insegnano che dovremmo concentrarci su una sola cosa alla volta, con attenzione consapevole, focalizzando la nostra energia in un solo punto. Te la metto semplice: se stai preparando un piatto di lasagne, dedicati solo a quello e per il resto… rilassati invece di lavare i piatti mentre il sugo è sul fuoco!

3. Ridi, ridi e ridi ancora

Quando ridi, la tua mente è libera da qualsiasi pensiero, è come se vivesse una sorta di trance. Ciò non può che fare bene alla tua concentrazione ed alla consapevolezza. Ora che sai questo segreto, fai di tutto per sviluppare il tuo senso dell’umorismo, trovare  del buffo in qualsiasi cosa, ascoltare il mondo con un orecchio comico.
Se no sei particolarmente portato alla risata, cerca di vedere film comici, leggere libri divertenti e uscire con persone divertenti che sappiano come farti ridere.

4) Ed infine… sogni d’oro!

Se sei tra quelli che dorme meno di quanto dovrebbe, ricorda che le soluzioni illusorie che offri a te stesso (“dormirò nel week-end”) in realtà non funzionano. Se dormire cinque ore a notte è per te un traguardo, sappi che tutti abbiamo bisogno di dormire tra sette e le nove ore per notte.
Quindi primo, dai priorità al sonno, e non permettere a nulla al mondo di privartene; poi assicurati che la tua camera da letto sia priva di distrazioni tecnologiche (niente televisione, niente smartphone, niente pc); ed infine convinciti che sognando potrai vivere avventure impossibili da immaginare nella realtà di tutti i giorni… con me funziona sempre!