Da qualche tempo a questa parte ho scoperto tale Ken Robinson, un leader riconosciuto a livello internazionale nello sviluppo di creatività e crescita personale. In un’intervista esclusiva per la rivista Forbes, il professore svela come scoprire i propri talenti e come trasformare le passioni in lavoro, facendo modo che ci accompagnino nella vita quotidiana.

Ecco quindi le preziose informazioni che Ken Robinson condivide nell’intervista.

Come fanno le persone a identificare i loro talenti ?Succede per caso?

Scoprire i propri talenti è in parte una questione di opportunità. Se non hai mai navigato per mare, suonato uno strumento, o o provato a scrivere un romanzo, non scoprirai mai se sei bravo o meno in queste attività. Le risorse che ogni essere umano ha dentro di sé sono come le risorse naturali della terra: sono spesso sepolte e si deve fare uno sforzo per scoprirle. Certo, la fortuna può aiutare, ma ad esempio una consulenza psicologica, alcuni servizi di orientamento e soprattutto la voglia di provare sempre nuove attività sono sistemi che ti aiutano a trovare il tuo talento sopito.

Una cosa che molti non dicono quando si tratta di scoprire il proprio talento, è che si è sempre in tempo per scoprirlo, anche quando si è piuttosto in là con gli anni. Ciò che si è sempre fatto non è detto che sarà ciò che faremo in futuro: il mondo è pieno di esempi di persone che hanno fatto spesso cambiamenti di vita sorprendenti in modo da appagare le proprie passioni.

scoprire-talento

Cosa fare se la passione non coincide con il talento?

Per vivere bene la passione deve coincidere con le proprie capacità. Non basta poter fare qualcosa in cui si è bravi, non si prova vera soddisfazione.
Solo la passione porta al successo, in tutti i campi. E d’istinto, ci appassioniamo a ciò che si avvicina maggiormente ai nostri talenti. Chi ama fare una cosa in cui però non si sente bravo, è perché sottovaluta il proprio talento o non hanno ancora avuto modo di svilupparlo al meglio. In entrambi i casi, una forte passione unita ad un talento moderata, generalmente ottiene risultati più soddisfacenti di un forte talento accompagnato da scarso entusiasmo.

Pensi che sia realistico che tutti possano trasformare la loro passione in un lavoro e ottenere successo?

Alcune persone hanno la grande fortuna di trasformare la propria passione in lavoro. L’importante è fare in modo di condurre una vita che ci permetta, durante la giornata, di vivere le nostre passioni anche se queste non ci portano un profitto.

Il denaro non è garanzia di felicità. Abbiamo tutti bisogno di un reddito che ci permetta di vivere degnamente, ma la ricerca e l’esperienza confermano che non esiste una relazione diretta tra ricchezza e benessere. La felicità è uno stato spirituale, non materiale.

L’insegnamento più importante che ken Robinson rilascia nell’intervista, è però che  i maggiori ostacoli che incontrerai sulla via per trovare te stesso saranno solo e soltanto dentro di te. Spesso avrai paura di cercare il tuo talento perché temerai il giudizio degli altri, o avrai paura di fallire, o ancora non vorrai “correre rischi”. Per scoprire il proprio talento nascosto però dobbiamo proprio trovare il coraggio dentro noi stessi e correre quei rischi che tanto ci spaventano.