Ti ho parlato nel precedente articolo di come rimuginare faccia male alla tua concentrazione. Ora è tempo di passare all’azione e capire come fermare la tua laboriosa fabbrica di pensieri negativi ed ossessivi.

1. Smettere di “consumare” le notizie.

Fino a poco tempo fa ero una drogata di notizie, ma, nel corso degli ultimi anni, ho scoperto che mi ha causato più stress che reali informazioni. Così, mi sono fermata: probabilmente sai che il 90% delle notizie sono negative, e non fanno che attivare nella nostre mente i pensieri correlati a quelle notizie (che non possono che essere negativi). Invece di esplorare le possibilità e le opportunità nella vita, leggendo di tutte le incertezze e  le brutalità del mondo, inizi col preoccuparti e rimuginare sul futuro, sulla carriera, sulle persone che ti circondano. Con ciò non voglio dire di restare fuori dal mondo, ma una lettura di notizie a settimana basta ed avanza.

2. alimenta la tua mente con insegnamenti positivi.

La nostra mente è una spugna, assorbe quasi tutto quello che incontra. Così, se ascolti notizie negative, avranno un’influenza negativa, lo stesso se stai vicino a persone negative, o se ti avvicini a filosofie ed insegnamenti negativi. D’altra parte vale lo stesso ragionamento al contrario: prova ad ascoltare tutti coloro che hanno qualcosa di positivo da trasmetterti, dalla gente comune agli autori di sviluppo personale, ai video didattici su come essere più positivi. alimenta la tua mente solo con pensieri positivi: la vedrai trasformarsi lentamente all’ottimismo.

rimuginare

4. Punta ad un obiettivo specifico.

Un risultato negativo del rimuginare è che ci rallenta, inibendo la nostra crescita, limitando la nostra capacità di avere buoni rapporti interpersonali e divertimento ogni giorno, ed impedendoci di ottenere il successo nel lavoro e nello studio. 
Per cacciare via i pensieri eccessivi e smettere di rimuginare all’infinito, dedicati con tutto te stesso ad un obiettivo specifico, al lavoro, allo studio.
 Agire, fare qualcosa, lavorare fa miracoli contro l’eccesso di pensieri, poiché costringe la mente a concentrarsi sui tuoi obiettivi, senza altra scelta.
Mettere in moto l’azione quando la tua mente inizia a vagare ti può davvero aiutare a reindirizzare l’energia sprecata in qualcosa di utile, come il perseguimento dei tuoi obiettivi di vita o semplicemente qualcosa di utile per te stesso o per gli altri. 

4. Fatti una camminata

Molti dei pensieri che ti ronzano in testa continuano a perseguitarti probabilmente perché passi molte ore in silenzio, seduto davanti a un computer o davanti a un libro. La mente si distrae e comincia a vagare, creando scenari di un futuro ancora a venire. Se ti accorgi che stai perdendo la concentrazione a causa di ciò, fatti una bella passeggiata all’aria aperta: respirare un po’ d’aria fresca ti ossigenerà il cervello e ti costringerà a guardarti attorno ed a reagire agli stimoli della città (o del parco)..

5. Accettare che non è possibile prevedere il futuro

Rimuginavo anche fin troppo cercando di pianificare il mio futuro, pensando a ciascun percorso potenziale per la mia vita e la mia carriera e pensando a tutte le possibili conseguenze per ogni scelta presa e persino non presa. Ma la veerità è che non si può prevedere cosa sta per accaderci, ne’ si può pianificare più di tanto il proprio futuro!
Una volta capito questo concetto, tanto semplice a dirsi quanto difficile a mettersi in pratica, riuscirai finalmente a smettere di rimuginare.