Bambino che legge concentrato

Concentrarsi è un gioco da bambini. Loro lo sanno, e tu?

Oppure ogni tanto ti distrai, parti per la tangente, fantasticando in altre direzioni e  perdendo una marea di tempo?

Avere una buona concentrazione è troppo importante nell’apprendimento! Ecco quindi 5 strategie, semplici ma efficaci, per migliorare e aumentare la tua concentrazione e quindi studiare meglio:

    • Prima di studiare un testo informati su quali sono le 10/15 domande più frequenti sull’argomento. Innanzi tutto permetterà di indirizzare e focalizzare il tuo cervello verso le cose veramente importante ed, inoltre, visto che quegli argomenti sono i più chiesti, ci sarà una maggiore probabilità che te li chiedano e che una tua risposta, positiva o negativa, pesi molto nella valutazione!
    • Cerca, all’interno dei capitoli che devi studiare, eventuali esercizi finali o sezioni riassuntive. Come per il precedente punto ti indicheranno da subito gli elementi focali da non tralasciare che ritroverai e approfondirai nei paragrafi.
    • Impara a rilassarti. Un ingrediente essenziale per una buona concentrazione è il rilassamento. Fino a quando non imparerai a rilassarti e a concentrarti, avrai la sensazione (ahimè spesso veritiera) di impiegare troppo tempo ed energie.
    • Dopo un certo numero di ore di studio, il cervello ha bisogno di tempo per assimilare tutte le informazioni ricevute. Continuare a studiare, inserendo senza sosta nuove nozioni, porta ad una sovrasaturazione mnemonica: questo è il motivo per cui dopo ore, giorni di studio e di impegno, pur avendo capito tutto hai una gran confusione in testa.
      Puoi anche studiare tante ore al giorno, ma l’importante è che ogni ciclo di studio sia così strutturato:

      1. 40/50 minuti di studio (max 70)
      2. 10/15 minuti di riposo
      3. 10 minuti di ripasso

      otterrai così, oltre ad un grande impegno, anche un grande rendimento (per aiutarti in questo puoi ad esempio usare il sito timerrr.com con cui potrai definire i tempi di studio e quelli di pausa )

    • Usa la lettura veloce. Infatti leggendo velocemente impegni maggiormente il tuo cervello in quell’unico compito, togliendo “spazio” alla distrazione. La lettura veloce è utilissima soprattutto in due fasi:
      1. nella lettura iniziale globalmente informativa, dove identifichi rapidamente i punti fondamentali che poi studierai con calma;
      2. nella fase di ripasso, successiva a quella di studio: in questa fase infatti, potendo contare su un alto livello di comprensione già ottenuto durante lo studio, puoi aumentare notevolmente la tua velocità di lettura. Nello stesso tempo di prima, potrai così ripetere il programma molte volte invece di una!

Ciò garantirà enormi vantaggi non solo alla tua memoria ma anche alla tua tranquillità e quindi, ancora una volta, alla tua concentrazione. Perché, ricorda, le due cose sono legate tra di loro!

Ricapitolando: crea delle sessioni di studio con un tempo definito, datti dei compiti precisi da concludere per ognuna di queste sessioni, fai che questi compiti occupino al massimo il tuo cervello in modo che non abbia “spazio” per distrarsi, prenditi delle pause per rilassarti!

Buona concentrazione

P.S. Se hai qualche domanda su questo argomento non esitare a scrivere un commento qua sotto o sulla pagina Facebook di Memosystem Io rispondo sempre a tutte le domande!