Torniamo sull’argomento velocità di lettura per un altro utile consiglio su come migliorare le proprie prestazioni, perchè in fondo di prestazioni si tratta: paragoniamole ad un sport, il calcio ad esempio. E’ necessaria la conoscenza di alcune tecniche di base, che nel nostro caso sono l’eliminazione della subvocalizzazione e l’uso del puntatore, di cui abbiamo parlato negli articoli precedenti. Ma oltre alla tecnica è necessario tanto, tanto allenamento.
Se ti alleni per aumentare la velocità di lettura, proprio come in uno sport, è fondamentale utilizzare un cronometro. I cronometri sono strumenti perfetti per misurare le prestazioni e capire se e dove si può migliorare. Innanzitutto, se non hai un’idea precisa di come funzioni questo strumento, riepiloghiamone le funzioni principali: il pulsante “Start/Stop” viene utilizzato semplicemente per avviare ed interrompere il timer. ‘”Split/Reset” serve invece a due scopi: se si preme mentre il cronometro è in funzione, il display del timer si azzera ad un altro gruppo, ma il tempo totale trascorso sarà ancora registrato e disponibile per la lettura; se si tiene premuto il pulsante “Split/Reset”, tuttavia, il tempo di registrazione sarà impostato a zero.
CRONÓMETRO
In alternativa al classico cronometro puoi optare per un test di velocità di lettura online. Ce ne sono un sacco di questi disponibili: basta inserire “test di velocità di lettura” nel motore di ricerca, oppure “cronometro online”. Alcuni programmi incudono anche test di comprensione, così da verficare se, a parità di velocità, comprendi davvero ciò che stai leggendo.

Il primo passo da compiere, per allenarsi a velocizzare la propria lettura è quindi misurare la propria velocità di lettura attuale, senza l’utilizzo di alcuna tecnica. Non solo ti aiuterà a capire se si stai migliorando, ma in futuro saprà anche tenerti motivato. Tieni traccia delle tue prestazioni: sia il tempo che impieghi a leggere un certo numero di parole su una pagina, che il numero di parole che riesci a leggere in un determinato periodo di tempo. Come prima volta, assicurati di leggere alla tua velocità normale durante la sincronizzazione, ripetendo la misurazione su testi differenti – la media dei tuoi tempi sarà dunque la tua velocità media di lettura iniziale.

Ora sei pronto per la fase di allenamento: impara  l’eliminazione della subvocalizzazione e l’uso del puntatore e pratica queste tecniche più volte. Alcuni consigli utili durante questa fase preziosa:

– sbarazzati delle distrazioni. Anche se pensi di leggere meglio con lo stereo acceso o in un caffè affollato, probabilmente si può aumentare la velocità se si riducono le distrazioni al minimo. Prova a trovare un luogo solitario per leggere, spegnere la TV, radio e telefono cellulare. Se nessun luogo solitario è disponibile, prova ad utilizzare tappi per le orecchie per bloccare eventuali distrazioni.

– allenati regolarmente. Utilizzando il paragone iniziale con lo sport, allo stesso modo la velocità di lettura è un’abilità che richiede un sacco di pratica. Spingi sempre te stesso a sfidare i tuoi record – se finirai per dover rileggere una sezione, non è un grosso problema. Continua a praticare regolarmente.

La fase finale, o comunque una fase da ripetere periodicamente, man mano che percepisci dei miglioramenti, è rappresentata da una nuova misurazione. Dopo un periodo di pratica infatti, riprendi in mano il cronometro e verifica i tuoi miglioramenti. Continua a cronometrare i tuoi tempi regolarmente, tenendo traccia dei tuoi passi avanti… e premiati ad ogni vittoria!