Conoscere le lingue è ormai divenuto fondamentale nel mondo del lavoro e non solo. Siamo da tempo usciti dai confini italiani e abbiamo iniziato a confrontarci con paesi stranieri che parlano altri idiomi e per poter comunicare al meglio dobbiamo conoscere le lingue. Inglese, francese, tedesco, spagnolo sono le più gettonate ma anche cinese, arabo, russo. Seguire dei corsi di lingue può essere molto costoso oltre che difficile per questioni di tempo. Non tutti, infatti, hanno la possibilità di ritagliarsi qualche ora alla settimana per andare in scuole specializzate.

Le 3 App più famose per imparare le lingue

Imparare le lingueEcco, però, che ci viene incontro il nostro amato smartphone. La nuova tecnologia ci consente di essere sempre aggiornati e con le App si può fare praticamente quasi tutto, anche imparare le lingue. Se viaggiate molto, in treno o in aereo, potere sfruttare il tempo cimentandovi in qualche esercizio utile ad imparare le lingue straniere. Esistono tante App create a questo scopo, alcune molto utili altre meno. Per questo, nel marasma della nuova tecnologia abbiamo scelto per voi le migliori App per imparare una nuova lingua ma, anche, per perfezionarne una che magari avete solo studiato a scuola.

Duolinguo

Completamente gratuita è stata nominata migliore App del 2013. Con questa applicazione potrete seguire corsi di  spagnolo, francese, tedesco, portoghese e italiano per gli anglofoni, così come l’inglese per chi parla spagnolo, francese, tedesco, portoghese, italiano, olandese, russo, polacco, turco, ungherese, rumeno, giapponese, hindi e indonesiano. È disponibile sia per Android che per iPhone. La caratteristiche di questo programma è che è stato in grado di trasformare l’apprendimento in gioco con tanto di punteggi, vite, classifiche, livelli. Le lezioni sono suddivise in blocchi. Una volta concluso uno si passa a quelli successivi non togliendo che, se si vuole, si può tornare indietro per una ripassatina veloce.

Babbel

Famosissima anche grazie alla pubblicità televisiva, Babbel è online dal 15 gennaio 2008 ed è disponibile sia per Android che per iPhone ma, a differenza di Doulinguo non è gratuito. Il suo costo, da noi in Italia va di 9,95 euro al mese ai 4,95 euro per l’abbonamento annuale. La cosa eccezionale di questa piattaforme è che è in grado di registrare i nostri errori e ciò che abbiamo imparato e di impostare gli esercizi proprio sfruttando questi dati, creando così un corso specifico per noi. Poche sono le nozioni grammaticali. Infatti Babbel si concentra soprattutto sull’insegnamento del parlato per renderci all’altezza di sostenere una qualsiasi conversazione in una lingua non nostra. Babbel ha inoltre creato App differenti per ogni lingua ed è utilizzabile anche off line.

Fluentify

È un’App tutta italiani infatti, i suo inventori sono 4 giovani torinesi. Fluentify è una piattaforma web con un sistema di videoconferenza integrato. Iscrivendosi gratis vi verrà messo a disposizione un tutor madrelingua con cui esercitarvi nella conversazione. L’App non è pagamento ma lo sono le ore di conversazione. Le sessioni con il proprio tutor hanno una durata di mezz’ora ed il loro prezzo varia da 1 euro per la lezione di prova fino ad un massimo di 12 euro. Ogni tutor sceglie quanto è il prezzo della lezione che si paga online con i principali sistemi di pagamento. In realtà, è possibile utilizzare questa App anche in modo completamente gratuito. Come? Invitando i propri amici a provare il servizio. Infatti, per ogni amico che entra in Fluentify il sistema vi regala mezz’ora di conversazione.

Le possibilità sono tante per poter imparare le lingue utilizzando le nuove tecnologie. Basta solo accedere agli store e scaricare l’App che meglio si adatta alle nostre esigenze.