Studiare le lingue, lo abbiamo sempre detto, è importantissimo, tanto che spesso sia alle scuole superiori che all’università si deve studiare più di una lingua. Gli studenti italiani sono soliti scegliere di studiare, oltre all’inglese, anche lo spagnolo, il motivo di questa scelta dipende principalmente dall’apparente somiglianza con la lingua italiana. Ho definito apparente la somiglianza, poiché lo spagnolo non è poi così simile alla nostra lingua e tantissime sono le differenze, prima tra tutte la forma interrogativa. Per gli studenti è sempre complicato imparare a fare domande in spagnolo, anche se in fondo non è poi così difficile, ecco perché ho deciso di venirvi in aiuto spiegandovi in maniera semplice come fare.

espanol

Forma interrogativa, l’importanza della punteggiatura

Se è vero che nella lingua italiana è necessario semplicemente una certa intonazione per fare una domanda, in spagnolo esistono delle caratteristiche diverse, prima tra tutte la punteggiatura diversa. In Spagna le frasi che vengono utilizzate come domande, sono precedute dal carattere “¿”, un punto interrogativo capovolto. Lo spagnolo è l’unica lingua che utilizza tale punteggiatura particolare ed è importantissimo non dimenticarla mai.

I pronomi interrogativi

pronomi interrogativiI pronomi chi, cosa, quando, dove, perché, sono tutti i pronomi interrogativi perché sono pronomi usati per fare una domanda anche in quella spagnola. Questo vuol dire che solitamente la forma interrogativa in spagnolo inizia con ¿qué?: cosa ¿por qué? ¿cuándo? ¿dónde? ¿cómo? ¿cuál? ¿quién? ¿cuánto?, ¿cuánta? ¿cuántos?, ¿cuántas?. Questi pronomi interrogativi sono tutti scritti con caratteri che non influenzano la pronuncia. Molti dei pronomi interrogativi possono anche essere utilizzati nelle proposizioni dichiarative, senza accento. Si noti inoltre che molti dei pronomi interrogativi possono essere usati come altre parti del discorso, ivi compresi gli aggettivi e avverbi, sia con o senza accenti, a seconda del contesto.

Inoltre la forma interrogativa della lingua spagnola ha in comune due caratteristiche con la forma interrogativa in inglese, per prima cosa hanno in comune che le frasi interrogative spesso cominciano con una particella, che fa intendere che ció che segue è una domanda. In secondo luogo invece, solitamente utilizzano un ordine delle parole, diverso da quello che di solito viene utilizzato nelle espressioni dirette, cioè quelle NON interrogative. Una volta imparate queste piccole linee guida, sarete senz’altro in grado di realizzare la forma interrogativa in spagnolo senza commettere errori.