I 5 cibi ideali per migliorare la memoria

Faresti carte false pur di migliorare la memoria? Hai problemi a memorizzare, elenchi, date, liste e tutto ciò che ti occorre sapere agli esami?

Non disperare!  Mangiando i cibi giusti finirai per studiare più velocemente, allenare la memoria finendo con il ricordare più a lungo, anche se non conosci particolare tecniche di memorizzazione.

 

Come memorizzare velocemente – I 5 di cui non devi fare a meno

 

5 – Broccoli

 broccolii

 

Sapevi che i broccoli sono quanto c’è di meglio per sviluppare la memoria?

                                                                                                                    Motivo?

Sono ricchi di colina, sostanza che stimola lo sviluppo di nuove cellule cerebrali, fondamentali per il cervello e ovviamente per la memoria.

A sostegno di questa tesi, i risultati di uno studio condotto dall‘Università di Brighton, da cui è emerso che la carenze di colina nel corso della gravidanza può provocare difetti del tubo neurale del feto.

Come se non bastasse, i broccoli sono ricchi di vitamina K, preziosa alleata dello sviluppo della memoria e delle capacità cognitive.

 

4 – Curcuma

 curcuma

 

Stando ai risultati di uno studio del “Desease Research Center” dell’ Università di Los Angeles, la curcuma sarebbe quanto c’è di meglio per preservare la memoria, fino a ridurre il rischio di sviluppare l’ Alzheimer e proteggere il cervello dalle infiammazioni.

 

3 – Tè verde

 tè verde

Un formidabile bruciagrassi come il tè verde aiuta anche a rafforzare la memoria?

A dirlo sono i risultati di uno studio condotto dall’Università di Basilea, secondo i quali, il tè verde sarebbe l’ideale per prevenire la demenza senile, migliorare le funzioni cognitive, aumentare la memoria e ridurre il rischio di ammalarsi di Parkinson.

 

2 –Noci

 noci

Rinforzare la memoria mangiando noci? Tutto merito degli acidi grassi omega 3 presenti al loro interno, in grado di proteggere il cervello e stimolare i neurotrasmettitori

 

1 – Cioccolato fondente

 cioccolato fondente

Perchè allenare la memoria ricorrendo a tecniche di memorizzazione e similari, quando basta fare una bella scorpacciata di cioccolato fondente?

Scherzi a parte, stando ai risultati di uno studio condotto dalla Wheeling Jesuit University (Usa), il cioccolato fondente sarebbe l’ideale per migliorare la memoria e la concentrazione. Il merito?

Della caffeina contenuta al suo interno, fondamentale per salvaguardare la prontezza mentale e dei flavonoidi, in grado di migliorare l’afflusso di sangue al cervello.