Ti sei mai chiesto come si può fallire miseramente in un esame dopo aver studiato per ore? Se ciò si verifica, probabilmente non avrai prestato particolarmente attenzione a ciò che stavi memorizzando! Ma sei sicuro di aver speso il massimo della tua concentrazione nello studio, probabilmente il problema sta nel metodo.

Come avvenga il processo di apprendimento è per certi aspetti ancora un mistero, ma ciò che sappiamo è che il processo è tanto più efficace quando lo studio coinvolge un comportamento attivo . In altre parole, per studiare in modo efficace, non basta leggere, ma è necessario leggere, disegnare, confrontare, memorizzare, e mettersi costantemente alla prova.

Probabilmente sono quindi proprio le tue abitudini di studio ad essere scorrette, tanto più se utilizzi sempre e solo una di queste:

abitudinidistudio

1. Appunti come un dettato

Ti ritrovi a scrivere esattamente tutto ciò che il professore dice a lezione, non perdendo neanche una virgola? Prendere appunti non è un’abitudine di studio sbagliata, ma è necessario rivedere le note e relazionarle, dar loro un’altra forma, fare in modo che siano più schematiche e contengano esempi a margine.
Dunque, se non riesci a farlo mentre il professore parla, per rafforzare le informazioni e far sì che sedimentino nel tuo cervello, una volta tornato a casa prova a dare un’altra forma agli appunti presi: costruisci un grafico o uno schema.
Infine, subito prima di ogni nuova lezione, si dovrebbe rivedere gli appunti così ricreati nei giorni precedenti, in modo da riflettere e fare relazioni tra concetti chiave prima di essere pronti per una nuova lezione. Sei sicuro di farlo sempre? 

2. Abuso di evidenziatore

Sei colpevole di abuso dell’evidenziatore? Sappi che questa è una delle cause principali dei tuoi brutti voti! Certo, i colori vivaci su una pagina hanno un grande impatto visivo, cosicché le informazioni importanti spiccano su una pagina, ma ci sono due problemi: innanzitutto, se finisci per evidenziare tutto o quasi, significa che non hai realmente capito quali soo le informazioni importanti; inoltre, se non fai qualcosa di attivo con le informazioni importanti che hai evidenziato, le dimenticherai molto presto. Semplicente leggere le parole non è una pratica sufficientemente attiva.
Piuttosto, utilizzare le informazioni evidenziate per creare una finta prova di esame, o crea uno schema. Identifica i concetti chiave e usali per creare domande a risposta libera. 

3. Lettura (e rilettura)

Gli studenti sono spesso incoraggiati a rileggere un capitolo la sera prima di un esame per rinforzare quello che hanno imparato. Ecco, la rilettura è una buona tattica come ultimo passo . Proprio come le altre abitudini di studio di cui sopra,la rilettura è solo una parte di un puzzle.
Mentre rileggi, assicurarsi di utilizzare misure attive come i grafici, gli schemi e le tabelle anche mentre stai rileggendo il capitolo. Ancora una volta, la chiave è essere attivi piuttosto che passivi di fronte allo studio.

4. Imparare a memoria

Gli studenti spendono un sacco di tempo a memorizzare nozioni e definizioni.Questo è un buon metodo di studio, purché sia un primo passo nel processo di apprendimento.
Non puoi pretendere di passare un esame con un buon voto se ti limiti ad imparare  le nozioni a memoria, senza sforzarti di capire i concetti che stanno alla base.
Certamente dorai essere in grado di memorizzare una definizione, ma soprattutto di definire il significato di nuovi termini con parole tue, confrontarli con concetti simili, ed impiegarli ad esempio in tuo testo.