L’estate, per chi si è appena diplomato, è il periodo in cui si fanno delle scelte che condizioneranno il futuro. La più importante resta la scelta della facoltà universitaria. Ormai ve ne sono tantissime per tutte le inclinazioni ma, molte, per potervi accedere richiedono il superamento di un test di ammissione. Tra queste vi sono medicina, odontoiatria, veterinaria, architettura e qualche altra. Per il resto delle facoltà i corsi possono essere seguiti esclusivamente pagando la retta mensile, senza alcun tipo di esame d’ingresso.

Scopri come prepararsi al test di ammissione all’università, sarà un gioco da ragazzi

Come prepararsi al test di ammissione all’universitàLa prima cosa da fare è dotarsi dei simulatori dei test di ammissione. Ve ne sono tantissimi online anche resi disponibili dall’Università dove avete intenzione di accedere. Basterà scaricarne alcuni o acquistare manuali specifici per la vostra facoltà dei sogni. È bene che siano test specifici perché, seppur la parte iniziale di cultura generale è uguale per tutti, le altre variano in base all’ambito di studio. Fatto questo è necessario pianificare lo studio. Lo scopo è quello di riuscire a studiare bene senza affaticarsi troppo e, magari, godendosi anche qualche giorno di vacanza, più che meritato visti gli sforzi fatti per gli esami di stato.

Un piano di studi, che può essere settimanale o mensile, aiuta a gestire meglio il tempo stabilendo cosa studiare e quando. Ecco come fare:

  • Individua i giorni che puoi riservare allo studio, includi anche il sabato e la domenica se puoi, più ore dedichi a studiare maggiori sono le possibilità di superare il test;
  • Stendi una lista di tutti gli argomenti che devono essere studiati ed individua le ore necessarie per ognuno di essi;
  • Segna almeno 10 ore alla settimana che dedicherai alla simulazione dei test di ammissione. La simulazione non richiede tanto tempo per cui puoi ritagliare l’oretta necessaria dopo cena o prima di pranzo;
  • Riposa, fai pause brevi ma frequenti, 10-15 minuti ogni compito o materia studiata per ricaricarti ed affrontare il successivo compito con altrettanta intensità.

Per un lavoro ottimale è importante scegliere un ambiente tranquillo, senza rumori o distrazioni quindi, via anche pc e smartphone, potrai riaccenderli una volta finito di studiare. La buona riuscita del test di ammissione all’università è importante studiare tanto ma anche entrare nei meccanismi logici spesso un po’ contorti dei test. Più ne fa più riuscirai a capire come funzionano e a non farti beccare impreparato quando dovrai sottoporti al test ufficiale.

Concentrati soprattutto sulle materie che rientrano nel test come chimica e biologia e fai degli schemi che ti aiutino a studiare e ripetere. Alcune cose presenti nelle domande dei test non sono prettamente logiche, non puoi arrivarci seguendo un ragionamento devi averlo studiato. Ecco quindi che oltre a spratichirti con i “giochi” di intelligenza studia approfonditamente le materie che troverai all’esame.

Un ultimo consiglio è quello di riposare bene, mangiare a sufficienza perché questo ti consente di ricaricarti e consente alla tua mente di recuperare energie che poi dovrà spendere studiando. Per cui dormi non meno di 7 ore a notte, quindi niente ore piccole e serate fino all’alba. Svegliati presto e sfrutta le prime ore della mattina perché la mente è bella fresca e operativa. Mangia cibi ricchi di magnesio, ferro, vitamina C che sono integratori naturali che forniscono un’elevata dose energetica all’organismo.

Ed infine divertiti. Si perché resta il fatto che sei giovane e che è estate. Pur senza esagerare concediti qualche sera di svago con gli amici o qualche giorno al mare in completo relax in modo da ricaricare le pile in vista delle altre dure ore di studio che ti aspettano.