Se si vuole avere successo a scuola, prendere appunti in maniera efficace è una competenza preziosa poiché permette di registrare, ricordare ed infine ripetere le lezioni, incluse anche quelle informazioni che non si trovano sul libro. Senza appunti finiresti per aver trascorso un intero quadrimestre di lezioni tra i banchi e non aver comunque nulla da preparare per gli esami; allo stesso modo è ovvio che se non lo fai nella maniera corretta, finirai col perdere fiducia nell’intero processo e smetterai del tutto di seguire le lezioni.

Prendere appunti è solo metà della battaglia, però. Questi consigli ti insegneranno infatti come registrare le informazioni  e soprattutto come fare in modo che queste vi siano davvero di aiuto nell’applicare le conoscenze e memorizzare il materiale.

 appunti

1. Il materiale

Prima di andare a lezione, assicurati di portare tutto ciò che è necessario per seguire la lezione e prendere appunti. Non dimenticare quaderni (dovresti averne uno per ogni materia, e non fogli volanti!), penne e, se necessario, occhiali da vista e / o registratori portatili.
È importante anche utilizzare evidenziatori, o matite di colori diversi, per evidenziare i punti importanti per la revisione successiva. Non hai bisogno di una serie completa di colori, due diversi colori dovrebbero essere sufficienti, uno per i punti chiave e l’altro per le nozioni minori, ma pur sempre importanti.

2. La postazione

Posizionarsi in una zona della stanza in cui si può effettivamente vedere e ascoltare l’oratore è di vitale importanza. Non finire in fonda alla classe se hai difficoltà a leggere cosa viene scritto alla lavagna!

3. Il focus

Focalizza sempre l’obiettivo degli appunti che stai prendendo:  Mentre può essere il tuo primo istinto quello di cercare di scrivere tutto ciò che il professore dice, cerca di ricordare che stai riassumendo concetti, non scrivendo un romanzo! Per lo stesso motivo, per quanto allettante potrebbe essere scrivere di cose che già sai, è molto più utile registrare le informazioni nuove ed i concetti ancora non chiari.

4. forma e formato

La forma dei tuoi appunti dovrebbe essere fatta di frasi brevi e significative, e abbreviazioni quando necessario (non usare abbreviazioni che poi non riuscirai più a riconoscere!). Allo stesso modo i concetti importanti dovrebbero saltare subito all’occhio, attraverso l’uso di evidenziatori o caratteri diversi (scrivi in maiuscolo o sottolinea le parole chiave).
Simboli come frecce, punti, scatole, diagrammi, grafici e altri appunti visivi sono spesso ottimi modi per associare e ricordare concetti chiave.

5. il “ritocchino”

Sebbene è importante che le tue note siano sempre leggibili ed immediatamente comprensibili in futuro, ciò che ti aiuta di più (e che si fa di meno!) è rivedere i tuoi appunti non appena torni dalle lezioni. Noterai subito se c’è qualcosa di non chiaro negli appunti che hai scritto, e la lezioni sarà sufficientemente fresca per correggere e modificare il materiale: il ritocchino è inevitabile se vorrai rendere gli appunti adatti allo studio.

6. Condividere è bello

Il commercio e lo scambio note con i compagni di classe è bello e divertente, e soprattutto permette di aumentare e perfezionare il tuo materiale di studio, tappando eventuali “buchi” nei tuoi appunti.

Bene, svelati questi 6 passi per prendere appunti a regola d’arte… non ti resta che studiarli! 😉