Ti sei mai trovato bloccato a pensare e ripensare a qualcosa che è accaduto o qualcosa che potrebbe accadere? Bene, sappi che questi pensieri eccessivi, questo rimuginare, ti toglie completamente le forze, sottraendole alla tua concentrazione, alla tua voglia di studiare o lavorare, persino alla tua voglia di vivere.
Rimuginare ti
 tiene radicato nella paura, nell’incertezza e nel dubbio, e può essere anche uno dei motivi per cui molte persone non riescono a trovare la felicità.

Ma come riuscire a capire se stai semplicemente pensando, riflettendo, o “rimuginando”? Stai rimuginando se i tuoi pensieri sono ossessivi e si intrecciano in un groviglio che ti fa continuamente tornare al punto di partenza, se pensi e ripensi a ciò che è ormai accaduto e a cui non puoi rimediare, o ancora se continui a figurarti possibili avvenimenti negativi o catastrofici, senza che ci sia un vero motivo. Ti sei ritrovato in questa descrizione? Ebbene, sappi che ci sono molti modi in cui il tuo eccesso di pensiero rovina la tua concentrazione nello studio e sul lavoro, rischiando seriamente di compromettere la tua felicità:

keep-calm-and-stop-over-thinking-3

– Rimuginare su un problema non ti permetterà di risolverlo, anzi ti terrà ancorato al problema stesso senza permetterti di “passare all’azione” per eliminarlo.

 – Rimuginare ti fa sprecare tempo ed energie preziose in un labirinto di pensieri senza fine. 

– Rimuginare non tirerà fuori alcun lato del tuo pensiero creativo, che di solito è quello che permette di risolvere i problemi.

 – L’eccesso di pensieri negativi porta ad immaginare ogni possibile scenario futuro come negativo e senza soluzione.

– L’eccesso di pensieri negativi crea insicurezza e minano l’autostima.

–  Rimuginare crea rabbia, risentimento, gelosia, paura, dubbio, indecisione, confusione. Tutti sentimenti negativi che minano la tua felicità.

Ora, immagina questo eccesso di pensieri come un film, una sorta di dramma che si svolge su un palco: quel palco è la tua testa, lì tu sei il regista, produttore, ed attore. Sei tu che mandi in onda il dramma e tu che devi far in modo di spegnere una volta per tutte questo spettacolo per concentrarti sulle ciò che ora – e solo ora- è meritevole del tuo tempo e della tua attenzione ogni volta che si sceglie. 

Ma come fare a smettere di rimuginare? Non è certo semplice come prendere il telecomando e spegnere la televisione… Ebbene, nel prossimo articolo proverò a darti qualche suggerimento utile per farlo.
Una volta uscito da questo labirinto intricato di pensieri, ti sentirai finalmente libero di vivere pienamente la tua vita, e di concentrarti nella vita di tutti i giorni con più gioia.