Ormai il tipo di vita che conduciamo ci rende tutti procrastinatori, troppi sono gli impegni, le cose da fare e i ruoli da interpretare e di conseguenza spesso ci sembra di non avere tempo per fare nulla.

non rimandareProcrastinare, vale a dire rimandare, è però una delle peggiori abitudini sia quando si ha a che fare con la vita privata sia nel lavoro/studio. Oggi non voglio parlarvi del procrastinare ma voglio piuttosto darvi 5 consigli per non rimandare quello che si può fare oggi.

Rimandare = non dare importanza

La cattiva abitudine di rimandare o procrastinare, è nel caso di studenti e lavoratori un modo per non dare importanza ad alcune attività. Pensate ad un ragazzo che non studia mai una data maniera e rimanda la lezione sempre al giorno seguente, nel suo inconscio non sta dando importanza a quella materia e ignora il suo compito. Per poter dare ugual importanza a tutte le materie, è necessario seguire i miei 5 consigli per non rimandare quello che si può fare oggi.

Mettere per iscritto come organizzi il tuo tempo

non rimandare fare tutto oggiIl mio primo consiglio per non rimandare quello che si può fare oggi, cominciamo per una settimana a scrivere ogni singola attività che svolgiamo giorno dopo giorno. Ogni volta che cambiamo attività, segnamo il nome di questa attività ed il tempo dedicatogli. Passata una settimana osserviamo come le tue giornate sono organizzate e vedremo che ci sono attività inutili e ripetute per davvero troppo tempo.

Ridistribuire il tempo

Aiutandoci con il programma della giornata, ridistribuiamo il tempo e inseriamo nel nostro programma tutti gli impegni, così da capire già per iscritto che possiamo realizzare tutto e che per tutto c’è tempo.

Paura delle novità

Il motivo per cui si tende a rimandare le cose da fare e le decisione, spesso è legato alla paura delle novità,siamo perfettamente consapevoli che cambiare probabilmente ci porterà ad una condizione migliore, eppure siamo così abituati alla nostra attuale condizione, che le novità, i cambiamenti, le nuove sfide ci terrorizzano e ci bloccano. Ad esempio se ci fermiamo a 3 esami dalla laurea e rimandiamo questi ultimi, il motivo non è la stanchezza ma la paura di cosa ci aspetta. Il terzo dei 5 consigli per non rimandare quello che si può fare oggi è domandarsi qual è la cosa peggiore che potrebbe accadere se si prendesse la decisione o si facesse ciò che si continua procrastinare.

Perfezionismo

La ricerca del perfezionismo è l’altra grande causa di procrastinazione. Il procrastinatore tipo ha il classico atteggiamento del “o tutto o niente“. Ammettilo, quante volte è capitato di rimandare perché non siamo sicuro al 100% di poter raggiungere il massimo risultato? Il mio consiglio è di smettere di puntare al 100% del risultato, concentriamoci sul 20% delle attività che ci consentono di ottenere l’80% del risultato e lasciamo stare il resto.

La mattina ha l’oro in bocca

Altro aspetto importantissimo per non rimandare quello che si può fare oggi è svolgere di mattina le cose più difficili e lasciare al pomeriggio quelle più leggere, così sarà più facile evitare di procrastinare.