Quando si consegna un curriculum vitae è sempre bene accompagnarla con una lettera di presentazione. Ma come scriverla? Non è difficile incontrare per il web esempi e consigli su come scrivere una lettera di presentazione efficace da allegare al Curriculum Vitae ma non sempre sono efficaci. E’ difficile scrivere una lettera di presentazione, è necessario che non sia troppo lunga, troppo corta e che attiri l’attenzione di chi legge.

lettera di presentazione

A cosa serve la lettera di presentazione?

Spesso le piccolissime, piccole e talvolta medie imprese non presentano nel loro organico una persona che si occupa specificatamente di Risorse Umane, per cui la maggior parte delle volte la selezione dei cv e gli eventuali colloqui sono effettuati secondo i modelli mentali di chi seleziona, per questo è necessario fare breccia nel cuore del manager che cerca personale e il modo migliore resta la lettera di presentazione. In piccoli contesti, spesso, la lettera di presentazione non viene letta per: mancanza di tempo, perché ritenuta non interessante ai fini della selezione, perché troppo lunga e noiosa. Ma non importa, l’importante è che sia ben scritta e colpisca subito l’attenzione di chi seleziona.

Punti fondamentali per scrivere una buona lettera di presentazione

letteraLa lettera di presentazione ha un’impostazione molto semplice, ma deve essere ben scritta: dati personali in alto a sinistra, dati dell’azienda a cui ci sta riferendo in alto a destra, oggetto della lettera al centro, corpo della lettera, infine luogo, data e firma. La prima cosa da fare è scrivere la lettera di presentazione al computer, optando per un font semplice e chiaro ed il nero come colore del carattere. In alto nella lettera apporre i propri dati anagrafici (nome e cognome) e i propri recapiti (indirizzo, telefono e mail). Non dimenticare di indicare, se possibile, il responsabile della funzione a cui ci si candida. Descrivi in modo chiaro le tue competenze ed esperienze; non farne un elenco (la lettera di presentazione non deve essere una copia del curriculum vitae), ma metti in risalto le capacità che sono richieste per il profilo ricercato. Scrivi la lettera di presentazione, dividendola in più parti, ma senza superare le 20 righe.

Quattro parti per essere esaustivi

La lettera di presentazione può essere divisa in quattro parti. Nella prima sezione della lettera di presentazione specifica la posizione per la quale ti stai candidando ed esprimi il tuo interesse a proporre la tua candidatura dopo aver letto l’annuncio. Nella seconda area descrivi rapidamente, ma in modo chiaro la tua formazione accademica e professionale mettendo in risalto le competenze comuni ai requisiti del profilo ricercato per la posizione. Nella terza parte esprimi il tuo interesse e la tua disponibilità ad approfondire la “reciproca” conoscenza attraverso un colloquio motivazionale. Firma con nome e cognome per esteso (evitare i titoli). Infine rileggi e controlla che tutto sia corretto prima di inviare, accade molto spesso che arrivino CV con lettere intestate ad altre società o con il riferimento sbagliato. Tutto questo è motivo di scarto.