Nuove Tecniche di Memoria e Lettura Veloce

..:: Contenuti esclusivi per te!

Il volume, unendo in modo sinergico le tecniche più recenti ed innovative con quelle tradizionali e consolidate, ti svelerà tutti i metodi più efficaci per :
superare più rapidamente esami e concorsi,
leggere più velocemente libri, documenti
ricordare facilmente concetti, nozioni, nomi, date, formule, leggi, termini tecnici e scientifici
imparare velocemente una lingua straniera

Risulta inoltre molto utile a tutti quei genitori che desiderano aiutare i propri figli a dotarsi  di un metodo di studio corretto e di utili tecniche di memoria, sin dalle scuole elementari.
Grazie ai diversi esempi concreti che troverai e alle numerose applicazioni pratiche delle tecniche di memoria a vari argomenti di studio, imparerai come immagazzinare con facilità tantissime informazioni e a ricordare tutto in modo efficace e duraturo.
Online prevede inoltre: speciali esercizi di concentrazione; esercizi pratici con test di controllo e riepilogo; un inedito video con gli esercizi di Brain Fitness per potenziare i tuoi neuroni.

 

Libro_Memoria

Il nuovo libro per imparare le Tecniche di Memoria, targato Memosystem-Hoepli

 

Puoi acquistare il libro “Nuove tecniche di memoria e lettura veloce”
a 18 € (spese di spedizione incluse – in Italia).
Il libro ti verrà spedito per posta all’indirizzo che indicherai.

Ordina Adesso con Carte *****

Testimonianza…

Ho acquistato il volume di Di Benedetto sulle tecniche di memorizzazione e grazie ai suoi contenuti ho superato brillantemente la temutissima prova preselettiva per il concorso a dirigente scolastico che si è tenuta il 12 ottobre scorso (ndr 2011).

Sono un ingegnere, docente esterno dell’università di Matera, diplomato in pianoforte e insegnante di ruolo. E’ la prima volta che affronto una prova preselettiva basata su quiz e sappiamo bene quanto chiacchierato sia stato il materiale fornito dal ministero per la preparazione alla prova.

Nonostante tutto ho superato la prova con un punteggio di 94 quesiti esatti su 100, applicando minuziosamente le tecniche di Leibniz, le tecniche di associazione visiva e di concentrazione incontrate nel vostro testo.

Ora dovrò affrontare le prove scritte e chissà che non possa utilizzare ulteriormente i vostri insegnamenti.

Vi ringrazio per il volume proposto e mi impegno fin da ora a promuoverlo attivamente tra colleghi e conoscenti.

Un caro saluto
Ing. Agostino Lecci    (Matera)

..:: Quali argomenti troverai al suo interno?

Scarica l’indice e la presentazione in pdf

oppure leggili qui sotto:

Indice – Presentazione – Introduzione – Alcuni utili consigli

  • Solo così si diventa bravi
  • Una memoria super: obiettivi e vantaggi delle tecniche di memoria
  • Le regole del gioco: acquisire, comprendere, organizzare, ricordare

Parte I – Metodologie di studio

Capitolo 1 – Apprendimento e metodologia di studio

1.1 Il decalogo dell’insuccesso nell’apprendimento

1.2 Scopri e risolvi con un test i tuoi problemi nello studio

Capitolo 2 – Il metodo di studio 3

2.1 Fase 1. Supervisione e approccio strategico

  • Approccio psicologico
  • Pianificazione & timing: il Masterplan
  • Conosci il tuo avversario
  • Strategie per conoscere tutto un testo in solo 1 ora

2.2 Fase II. Ottimizzare il rendimento

  • Preparazione fisica e mentale
  • Come strutturare i cicli quotidiani di studio

2.3 Fase III. Studio e comprensione

  • Lettura scremante
  • Lettura analitica: concetti chiave e sottolineatura
  • Mappe mentali: appunti superefficienti

2.4 Fase IV. Memorizzazione

2.5 Fase V. Ripassi

  • Curve di memoria
  • Masterplan ripassi
  • Test e simulazione d’esame

2.6 Fase VI. Esame

  • Come dare una buona impressione: consigli e strategie pratiche

Capitolo 3 – Le mappe mentali

3.1 Un potente strumento per schematizzare

3.2 Come si costruisce una mappa mentale

3.3 Memorizzare una mappa mentale

3.4 Esempi pratici di mappe mentali

Parte II – Tecniche di memorizzazione

Capitolo 4 – Come stai a memoria?

4.1 Misura l’efficacia della tua memoria con un test

4.2 Impara la tua prima tecnica di memoria

Capitolo 5 – Come aumentare la concentrazione e gestire lo stress

5.1 Sonno e memoria

5.2 Il rilassamento alfagenico

  • Dopo aver ascoltato il rilassamento

5.3 Potenziare la concentrazione: la tecnica del mandarino

  • Lo stato mentale di apprendimento accelerato

Capitolo 6 – La fotografia mentale

6.1 Esercizi pratici

6.2 Memorizzare i grafici

Capitolo 7 – Una strategia per ricordare i numeri

7.1 La conversione fonetica

7.2 Il codice di conversione fonetica di Leibniz

  • Esercizi

Capitolo 8 – Creatività e neurobica

8.1 Come valorizzare un patrimonio di 100 miliardi

8.2 Emisfero destro + sinistro = nitro + glicerina!

8.3 Esercizi di neurobica per potenziare i tuoi neuroni

8.4 Test: misura la tua creatività

8.5 Il brainstorming

  • Esercizi

Capitolo 9 – Tutti i segreti per una supermemoria

9.1 La memoria a breve e a lungo termine

9.2 Le tre regole della memorizzazione

9.3 PAV: la tecnica dell’archiviazione mentale

9.4 Lo schedario mentale: 100 cassetti per ricordare tutto

  • Le 100 schede mnemoniche

9.5 Uno stupefacente esercizio di memoria

9.6 Schede mnemoniche visive

9.7 Memoria visiva, uditiva, cinestesica: tu che memoria hai?

  • In che modo percepisci
  • PNL e memoria

9.8 Consigli pratici

Capitolo 10 – Memorizzare operatori numerici e formule

10.1 Tecnica generale per i numeri

10.2 Memorizzare numeri di telefono, PIN e documenti

  • Esercizi

10.3 Lo schedario alfabetico

10.4 Memorizzare formule matematiche e fisiche

  • Esercizi

10.5 Memorizzare formule di chimica inorganica

  • Esercizi

10.6 Memorizzare formule di chimica organica

  • Esercizi

10.7 Memorizzare la tavola periodica degli elementi

10.8 Memorizzare le date storiche

  • Esercizi

10.9 Memorizzare articoli del Codice

  • Esercizi

Capitolo 11 – Memorizzare termini complessi

11.1 Memorizzare parole tecniche, scientifiche, legali

  • Esercizi

11.2 Memorizzare nomi di geografia

  • Esercizi

11.3 Memorizzare poesie

Capitolo 12 – Memorizzare vocaboli in lingua straniera

12.1 Tecniche di memoria per vocaboli stranieri

  • Inglese
  • Francese
  • Tedesco
  • Spagnolo
  • Russo
  • Arabo
  • Cinese
  • Giapponese

12.2 Test di verifica

  • Esercizi

12.3 Casi particolari

  • Il genere dei sostantivi tedeschi
  • I paradigmi

Capitolo 13 – Memorizzare l’agenda

13.1 Il calendario dell’anno

  • Esercizi

13.2 L’agenda mentale

  • L’agenda giornaliera
  • L’agenda settimanale
  • L’agenda mensile
  • Esercizi

Capitolo 14 – Ricordare nomi e visi delle persone

14.1 Come ricordare il proprio interlocutore

14.2 La visualizzazione del cognome

14.3 La visualizzazione del nome

Capitolo 15 – Quiz e test a risposta multipla: memorizzare la risposta giusta

15.1 Test di educazione stradale

15.2 Test di educazione civica

15.3 Test di storia

15.4 Test di geografia

15.5 Test di letteratura

15.6 Test di scienze

15.7 Test di geometria e fisica

15.8 Test di verifica

  • Esercizi

15.9 Test di ammissione all’università

  • Test per i saperi minimi scientifici
  • Test per i saperi minimi umanistici
  • Esempio di Test di accesso per l’area medico-sanitaria
  • Esempio di Test di accesso per l’area psicologica
  • Esempio di Test di accesso per l’area comunicazione

Capitolo 16 – Memoria quotidiana e intrattenimento

16.1 Come ovviare alle piccole dimenticanze di ogni giorno

16.2 Memorizzare le carte da gioco

16.3 Memorizzare la musica

  • Brani pop
  • Brani jazz
  • Brani classici

Capitolo 17 – Applicazioni pratiche ad argomenti di studio

17.1 Le schede secondarie (o schedario parallelo)

17.2 Le schede ampliate’

  • Esempio applicativo.
  • Esercizi.

17.3 La tecnica dei loci

  • Esempio applicativo
  • Esercizi

17.4 La scheda studio (o scheda argomento)

  • Esempio applicativo
  • Esercizi

17.5 Il casellario alfanumerico

  • Esempio applicativo.
  • Esercizi

17.6 Conversione e uso razionale delle schede

  • Esempi applicativi

Parte III – Lettura veloce

Capitolo 18 – Dalla lettura tradizionale a quella veloce

18.1 Cosa non è la lettura veloce

18.2 Come funziona la lettura veloce

18.3 I 3 parametri della lettura

18.4 Movimenti degli occhi: campo visivo e punti di fissità

  • Il campo visivo
  • I punti di fissità

18.5 Eliminare abitudini e credenze sbagliate

18.6 Cos’è per te leggere?

18.7 I passi fondamentali per diventare un lettore veloce

18.8 Una breve lettura per scaldare i motori

Capitolo 19 – Le tecniche di lettura veloce

19.1 Test di verifica dei parametri iniziali

19.2 Il campo visivo: esercizi pratici

  • Controlla il tuo campo visivo
  • L’ampliamento del campo visivo
  • Il potenziamento della visione periferica: esercizi muscolari
  • Il rilassamento oculare

19.3 L’aumento della velocità di percezione

19.4 Esercizi di scorrimento alla massima velocità

19.5 Esercizi di lettura veloce senza comprensione

19.6 Esercizi di lettura veloce con comprensione

Capitolo 20 – Leggere e comprendere: le diverse strategie di lettura veloce

20.1 Preparazione ambientale e mentale

20.2 Strategie di lettura veloce’.

  • L’anteprima
  • La lettura scremante 272
  • La lettura critica
  • Esercizi

20.3 Test di verifica: parametri finali

20.4 Raccomandazioni per una lettura veloce efficace

  • Soluzioni degli esercizi
  • Memoria, motivazione e benessere

Puoi acquistare il libro “Nuove tecniche di memoria e lettura veloce”
a 18 € (spese di spedizione incluse).
Il libro ti verrà spedito per posta all’indirizzo che indicherai.

Ordina Adesso con Carte

Introduzione

“Esiste un sistema che mi garantisca di ricordare sempre tutto in ogni occasione?”

“Sì, certamente, è sufficiente mettere in pratica tutte le indicazioni che leggerai in questo libro…”

Sarebbe stato fantastico, o perlomeno accattivante, poter iniziare questo libro con questa affermazione. Noi però faremo di meglio: a oggi l’unica cosa certa è che studiare di più non basta, anzi, spesso comporta solo maggiore stress a parità di risultati. Ciò che serve è una marcia in più, una strategia che faccia la differenza e che consenta, a parità di impegno, di ottenere performance di eccellenza.

Questo libro ti darà esattamente questi strumenti: finalmente imparerai tutte le strategie per aumentare la tua concentrazione, per studiare con ottimo rendimento, per ricordare senza sforzi, per tenerti costantemente aggiornato e per ritagliarti più tempo libero! L’importante però è non limitarsi a leggere; infatti è necessario che tu impari ad usare tutte queste nuove tecniche, per scoprire quale si adatta meglio a te.

Il nostro obiettivo è duplice: suscitare nel lettore una immediata e irrefrenabile volontà di agire e produrre un cambiamento. Se al termine della lettura dirai solamente: “Molto interessante”, allora avremo fallito. Se invece comincerai a leggere, a studiare e a tenerti aggiornato usando i nostri metodi, allora otterrai grandi soddisfazioni e risultati inimmaginabili nello studio o nell’aggiornamento professionale.

Decine di migliaia di persone hanno già frequentato entusiasti i nostri corsi in tutta Italia.

È evidente che l’efficacia di un corso dal vivo, con la presenza di un trainer e di uno staff che seguono personalmente gli allievi, è superiore rispetto alla lettura di un libro.

Sappi comunque che questo libro è stato studiato per renderti autosufficiente: al suo interno viene riportato integralmente il programma svolto durante i seminari dal vivo e con lo stesso principio, abbiamo dato ampio spazio alle applicazioni pratiche, prendendo in esame moltissimi casi reali e argomenti di studio.

All’interno non troverai solo la teoria: infatti il vero valore aggiunto è dato soprattutto dall’esperienza applicativa di decine di migliaia di allievi che, dopo aver frequentato il corso dal vivo, hanno avuto enormi risultati. Con entusiasmo hanno sviluppato nuove applicazioni, tenendo aggiornati i loro istruttori su ogni più piccolo successo.

È naturale quindi che molti lettori, dopo aver sperimentato sul proprio materiale la bontà dei metodi proposti, decideranno di frequentare un corso dal vivo del Gruppo Memosystem Egoformazione. Se anche tu vorrai essere uno dei nostri allievi, sarai il benvenuto!

Presentazione

(di Andrea Ceriani*)

Il tema dell’apprendimento affascina da molto tempo chi, come me, si dedica ad attività di carattere formativo. Affascina soprattutto il tema di come stimolare l’apprendimento facendo diventare i ragazzi o gli adulti persone in grado di autogovernare il loro rapporto con il sapere. Un aspetto, questo, che coinvolge diversi elementi: motivazione, curiosità, organizzazione mentale, disciplina, educazione.

Occorre quindi che si parta primariamente dalla curiosità, una qualità fondamentale degli esseri umani, anche se non sempre è agevole trasformare la naturale curiosità in voglia di studiare. Nel campo educativo tuttavia, la curiosità è considerata positiva in quanto spinge gli studenti a studiare e non c’è educatore che non esiterebbe a indicare la curiosità come uno dei tratti caratteristici di un buon studente.

Altrettanto importante è la motivazione, che tende ad aumentare nel momento in cui un individuo realizza che c’è un intervallo tra il livello di conoscenza raggiunto e quello desiderato: una persona curiosa non può che essere costantemente motivata dal desiderio di riempire tutti gli eventuali vuoti della sua conoscenza. La chiave del successo, quindi, potrebbe risiedere nello stabilire piani di lavoro che prevedano un apprendimento fattibile.

La lunga esperienza di docente universitario mi consente di affermare che per quanto riguarda l’attivazione o la motivazione, per essere davvero incisive, devono essere tenute ben presenti due condizioni: primo, lo studente deve essere consapevole che è entrato in possesso di ciò che deve essere appreso; secondo, ciò che apprende deve essere conforme alle sue aspettative, egli deve cioè sentire che quanto gli sarà proposto lo porterà a raggiungere le sue mete.

Entrano allora in gioco gli stili di apprendimento: le modalità privilegiate dalle persone per acquisire ed elaborare nuove informazioni. Se alcuni apprendono e ricordano più facilmente informazioni visive (figure, schemi, immagini, grafici) o informazioni verbali (parole pronunciate e scritte), altri invece preferiscono le esemplificazioni pratiche.

Quindi per apprendere, è importante conoscere non solo cosa fare, ma anche come farlo.

Su questo aspetto il volume fonda tutta la sua forza, ponendo da subito una premessa fondamentale e cioè che, a prescindere da quali siano i propri metodi e le proprie preferenze, è importante:

  • avere fiducia nelle proprie capacità di apprendimento;
  • essere consapevoli delle proprie strategie.

Le convinzioni sono una forza potentissima che agisce sul comportamento. Hanno lo scopo di fornire motivazioni e prospettive affinché il comportamento effettivo possa svilupparsi e innalzarsi fino a corrispondervi. Le convinzioni tuttavia non corrispondono necessariamente alla realtà. In seguito a una frustrazione, per esempio, può sorgere una convinzione limitante come credenze del tipo:

  • “Non ho tempo a sufficienza”;
  • “Questo esame non lo passerò mai”.

Esse possono limitare la ricerca delle risorse disponibili e delle competenze.

Anche ai migliori studenti può capitare di non superare un esame, ma di fronte agli insuccessi è poco produttivo cercare di rimediare procedendo per tentativi ed errori.

È invece più produttivo analizzare gli elementi in gioco per elaborare delle strategie mirate. Per agire in questo modo tuttavia, ciascuno deve essere consapevole delle proprie risorse e dello stile di apprendimento a lui più congeniale.

Tra i metodi e le strategie proposte, nel volume si fa riferimento anche alle mappe mentali, così come presentate dal suo inventore Tony Buzan, un’eccellente tecnica di rappresentazione grafica della conoscenza, basata sulla possibilità della mente umana di associare concetti e informazioni in modo non lineare. Una modalità di apprendimento estremamente efficace che coinvolge sia le funzionalità logicorazionali sia quelle immaginifico-creative.

Riguardo l’apprendimento, un’ultima considerazione fatta da un osservatorio privilegiato come il mondo universitario, è la conferma che le moderne forme del conoscere spingono nella direzione che privilegia la connessione dei saperi piuttosto che la loro semplice giustapposizione e le tecniche proposte nel libro ne sono una valida testimonianza.

Soprattutto per quanto riguarda l’importanza di avere un metodo che rinforzi l’apprendimento, limitando i rischi di demotivazione.

La struttura dei metodi proposti, ormai di consolidato valore, permetterà a chi si affida a questo volume di affrontare correttamente e con spirito forte le sfide del futuro, sapendo di poter contare su una struttura logica e organizzativa di valore.

*Andrea Ceriani – Docente di Metodologia dei sistemi formativi per quindici anni presso l’Università Cattolica di Milano, fa parte attualmente del Comitato Università-Mondo del lavoro dello stesso ateneo. Con incarichi direttivi in AIF (Associazione Italiana Formatori), è esperto di strategie didattiche e collabora a numerose ricerche sui temi dell’apprendimento e della formazione con diverse realtà internazionali.

Ordina Adesso con Carte