Metodo per imparare le tabelline: come farle imparare ai bambini?

Diciamoci la verità: trovare un metodo per imparare le tabelline è utile non solo ai bambini ma anche agli adulti.

Ammettilo che quando tuo figlio è tornato da scuola dicendo di dover studiare le tabelline, hai sudato freddo. Ma stai tranquillo, non sei l’unico anzi veramente molti genitori dopo anni non si ricordano più così facilmente le tabelline.

Molto probabilmente perché da piccoli non hanno imparato le tabelline con i metodi che ti sto per spiegare.

Inutile dire che non ti può tirare indietro davanti alla richiesta di figli o nipoti di studiare queste famose tabelline.

Ecco perché ti sto per spiegare alcune tecniche per farti capire come insegnare le tabelline anche con giochi divertenti senza dover stare le ore a fare moltiplicazioni su moltiplicazioni.

Metodo per imparare le tabelline: ecco 3 facili giochi divertenti per memorizzarle con facilità

Siamo stati per buona parte dei nostri anni scolastici a combattere con le tabelline perché non ci facevano usare la calcolatrice. E ora ci troviamo a dover trovare, per i più piccoli, un metodo per imparare le tabelline facile e anche veloce.

Ora ti mostro 3 metodi divertenti per le tabelline che io stesso ho applicato (con molto divertimento).

1. CANTARE
La musica aiuta a coinvolgere meglio e anche a far mantenere più alta la soglia di attenzione dei più piccoli.

E’ per questo che memorizzare le tabelline cantando e mettendole in rima aiuta a ricordarle meglio e a fare le moltiplicazioni più facilmente. Lo stesso vale con delle filastrocche o con degli stornelli.

2.GIOCARE A BATTAGLIA NAVALE
Credo che il gioco sia modo migliore di imparare perché si riesce a comunicare con i bambini in maniera molto più semplice e diretta.

Nel momento del gioco tutti parliamo la stessa lingua e questo è importante per insegnare qualcosa di più noioso come le tabelline.

Come sia la battagli navale è composta da una griglia con linee verticali e orizzontali e ogni nave si può intercettare e ”affondare” tramite 2 numeri presenti su ciascuna griglia.

Il gioco dovrà trasformarsi in una ripetizione continua di tabelline perché per affondare la nave, il bambino dovrà non solo indicare i due numeri corrispondenti ma anche calcolare il risultato della loro moltiplicazione.

E’ un gioco veramente interessante e si può creare anche in casa da zero (basta un cartoncino su cui disegnare una griglia e dei legumi per fare le navi).

3. GIOCARE A TOMBOLA
Lo so che pensi che la tombola la tiri fuori dalla cantina solo a Natale ma non è così.

Ti svelo un metodo per imparare le tabelline e giocare a tombola tutto l’anno!

Quindi vai a prendere la tombola e tira fuori dalla scatola solo le cartelle su cui segnare i numeri che escono.

Infatti, non ti serviranno i numeri da 1 a 90. Devi sostituire questi numeri a dei bigliettini con delle moltiplicazioni.

Ogni volta che si estrae un bigliettino i bambini devono fare la moltiplicazione e controllare che nella loro cartella ci sia il numero: vince chi completa per primo la cartella.

Ora che conosci 3 modi divertenti per studiare le tabelline non ci sono più scuse!

Vuoi conoscere altri metodi per apprendere (o far apprendere velocemente)? Clicca qui.