Molte persone hanno sentito parlare di talento, e alcune persone possono credere di avere talento, ma definire esattamente cosa sia quella particolare capacità definita “talento” potrebbe essere difficile, o spesso fuorviante. Esistono infatti molti preconcetti e  credenze errate a riguardo.

Innanzitutto, si tratta di qualcosa di innato? E se si, perché non si vede il dono che una persona ha, o dovrebbe avere, dalla nascita?
La verità è che tutte le persone hanno un certo talento, e ci sono alcuni che ne hanno molti, ma la cosa più importante per qualsiasi persona è quello di identificare e sviluppare il talento che è in loro e condividerlo con il mondo.

talento

Cerchiamo di definirne innanzitutto il concetto. Sfatiamo un mito, il mondo tende a rendere omaggio solo a quei talenti che intrattengono e fanno spettacolo. Che si tratti di un talento per il canto o per l’atletica, i talenti che ottengono i massimi elogi sono quelli che lasciano gli altri con un senso di stupore e meraviglia. Ora, non c’è nulla di male ad avere una bella voce che canta, e non c’è niente di male ad essere un grande attaccante, ma il talento non dovrebbe essere definito solo come la capacità di emozionare un pubblico. Tali talenti possono avere maggiori potenzialità di guadagno monetario e fama in tutto il mondo, ma il talento ha un significato molto più significativo di contratti multimilionari!

Il talento, semplicemente, è un particolare tipo di intelligenza che vive in noi. Si tratta di una comprensione naturale e innata su come svolgere una determinata attività, come realizzare qualcosa, o anche come far felici gli altri. Ci sono persone con una naturale capacità di parlare e scrivere in modo chiaro… e così via.

Voler stilare una lista di possibili tipi di talenti è cosa ardua, cerchiamo di ragionare per macro-categorie: ci può venire in aiuto un articolo scritto tempo fa sui diversi tipi di intelligenze; ecco quindi che si può avere un talento linguistico (scrivere o parlare bene la propria lingua o le lingue straniere); un talento musicale (e quindi cantare o saper suonare uno strumento); un talento che ci permette di comunicare bene con gli altri (tipica dei grandi oratori); o viceversa un talento più emotivo e caritatevole (che potremmo esprimere nel volontariato o nelle missioni umanitarie); o ancora un talento matematico, che permette di eseguire calcoli complessi, o problemi di finanza o ancora ingegneria. Anche un coraggio innato, la capacità di ragionare sull’esistenza a livelli filosofici, le capacità creative o un’innata propensione per i nuovi media sono talenti.

Insomma, esistono migliaia di talenti diversi, e la missione di ciascuno di noi è scoprirli e coltivarli. Perchè se è vero che il talento è innato, è anche vero che ognuno può coltivare e far crescere un talento, oppure abbandonarlo e vivere per sempre nella mediocrità… tu cosa scegli?

Nel prossimo articolo ti svelerò come scoprire il tuo talento nascosto e farlo crescere giorno dopo giorno.